Argentina: domani la Giornata nazionale dell’infermo. Vescovi, “compiere gesti significativi”

Come ogni anno, la seconda domenica di novembre, la Chiesa in Argentina celebra la Giornata nazionale dell’infermo. Scrive in una nota la Commissione episcopale per la pastorale della salute della Conferenza episcopale argentina (Cea): “È una giornata istituita per ricordare e accompagnare soprattutto i nostri fratelli che stanno attraversando problemi di salute. È anche una giornata accompagnare nel nome di Gesù, il Buon Pastore, coloro che sono malati e i loro cari”. La Commissione episcopale propone quindi, “per quanto nelle possibilità di ciascuno, di compiere qualche gesto significativo verso gli infermi in questo giorno”. Nel testo si fa cenno ad alcune possibilità: una messa in cui pregare in modo speciale per i malati, la visita a ospedali e case di cura, la benedizioni agli ammalati, il sacramento dell’unzione a coloro che lo richiedono. L’idea è quella di portare agli ammalati “il conforto, la forza e la pace che vengono da Dio E’ anche una buona occasione per far conoscere la Pastorale della salute e il suo compito, e se possibile, suscitare nuove vocazioni impegnate in questo servizio di amore e misericordia”.
Prosegue la nota dell’Episcopato: “La cura pastorale della salute continua ad essere, e sarà sempre, una missione necessaria ed essenziale che deve essere vissuta con rinnovato slancio sia nelle comunità parrocchiali che nei più avanzaticentri di cura. Non possiamo dimenticare la tenerezza e la perseveranza con cui molte famiglie accompagnano i loro figli, genitori e parenti, malati cronici o disabili gravi. L’attenzione fornita nella famiglia è una straordinaria testimonianza di amore per la persona umana che deve essere sostenuta con un adeguato riconoscimento e politiche appropriate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa