Manovra: Conte (premier), “tenuta del governo solida come i fondamenti della nostra economia”

“Gli effetti positivi delle nostre riforme si vedranno a partire dal 2019. La nostra rivoluzione è appena iniziata. Abbiamo messo i primi tasselli, ma il lavoro da fare è tanto e ambizioso: vogliamo cambiare l’Italia da cima a fondo”. Lo dice il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un’intervista al Corriere della Sera. Commentando la crescita della disoccupazione, il premier afferma che “attribuire al governo la responsabilità di questi dati è irragionevole e profondamente ingiusto”. A proposito della tenuta dell’esecutivo gialloverde, Conte la considera “solida come i fondamentali della nostra economia”. Tra le priorità indicate dal presidente del Consiglio, quella di “tutelare la stabilità finanziaria”. Conte continua a definire la manovra “seria ed equilibrata”, segnalando “lo scopo di far ripartire il Paese”. “Riteniamo che la tutela dei conti pubblici possa essere conciliata con una politica economica che non assecondi i rischi di recessione che gravano sull’economia globale”. A proposito del dialogo con la Commissione europea, Conte non lo concepisce come “uno scambio di concessioni”. “Illustreremo ai nostri amici europei il nostro programma di investimenti e le varie misure che, a partire da reddito di cittadinanza e superamento della legge Fornero, abbiamo concepito in modo da garantire equità sociale e riqualificazione e ricambio generazionale della forza lavoro, con evidenti benefici anche sulla crescita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo