Sviluppo economico: Mattarella, “ciascuno faccia sino in fondo la sua parte”

“I soggetti pubblici e privati, le associazioni del mondo della logistica e dei trasporti, svolgono un ruolo protagonista nel definire e perseguire l’interesse collettivo del Paese. Ciascuno faccia sino in fondo la sua parte”. Si chiude con queste parole il messaggio che il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della IV edizione del Forum internazionale di Conftrasporto, in svolgimento a Cernobbio (Co).
“Una fase di rallentamento del commercio internazionale, su cui pesano spinte protezionistiche, incertezze geopolitiche e turbolenze su importanti paesi emergenti, caratterizza l’attuale congiuntura”, osserva il Capo dello Stato, secondo cui “il settore dei trasporti e della logistica è termometro sensibile ed elemento trainante della crescita globale”.
“La competitività del nostro Paese, caratterizzato da una forte vocazione agli scambi e al turismo, è fortemente dipendente da un assetto moderno e avanzato in questo ambito”, riconosce Mattarella sottolineando che “le dotazioni di reti infrastrutturali, a servizio dello sviluppo di un’economia fortemente proiettata verso la dimensione digitale, rappresentano investimenti strategici, tanto più a fronte della necessità di colmare il divario rispetto ad altri Paesi”.
Per il presidente della Repubblica, “il contributo all’efficienza offerto dal sistema dei trasporti e della logistica deve sapere includere pienamente i criteri del benessere ambientale, collettivo, economico, riducendo i costi sociali delle congestioni che caratterizzano l’attuale condizione delle movimentazioni delle merci, innalzando i livelli di sicurezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa