Rivista del Cinematografo: Castiglione Cinema 2018, premiati Amelio, Barbera e Guanciale

Si sono concluse, ieri, a Castiglione del Lago (Perugia), sul Lago Trasimeno, le celebrazioni per i 90 anni della Rivista del Cinematografo. Nell’ultima giornata di “Castiglione Cinema 2018 – RdC Incontra”, organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo, la consegna dei riconoscimenti. Il Premio “Castiglione Cinema. Il futuro per tradizione” è stato conferito al regista Gianni Amelio e ad Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia. Elena Sofia Ricci ha consegnato, invece, il Premio Pino Passalacqua, in onore del regista, a Lino Guanciale, già suo alunno alla scuola Silvio D’Amico. “Pino Passalacqua è stato il mio padre putativo. Mi ha insegnato tutto. Era un maestro, si sarebbe meritato molto di più”, ha affermato Ricci, mentre Guanciale ha raccontato che “lui mi ha convinto. Potevo diventare un attore. È stato un maestro, e molto di più”. Proclamati anche i vincitori del contest “Digitali e solidali – L’Italia, rete delle buone notizie”, il cui scopo era raccontare le storie di solidarietà e di bene possibili grazie alla rete e al digitale. Premi per Alessandro Grande con “Bismillah”; Gabriele Marino con “Il regalo di Alice”; Gianluca Mangiasciutti e Massimo Loi con “Je ne veux pas mourir”. I cortometraggi possono essere visti, con quelli dei 10 finalisti, sul sito della Fondazione Ente dello Spettacolo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa