PerugiAssisi: due manifesti al termine della marcia, “nessuno sia lasciato solo”

Presentati due manifesti al termine della marcia PerugiAssisi con altrettanti appelli: “Nessuno deve essere lasciato solo!”, “Prendiamoci cura gli uni degli altri!”. Alla manifestazione conclusiva hanno partecipato migliaia di studenti, insegnanti e amministratori locali. Nel testo del primo manifesto si riconosce che “grandi incertezze, molta solitudine, molta insicurezza, molte paure, aumento delle povertà e delle disuguaglianze, perdita del lavoro e mancanza di prospettive stanno togliendo la pace a molte persone”. Quindi, “diciamo basta all’individualismo e alla competizione che ci impediscono di rispondere ai bisogni fondamentali delle persone”. La consapevolezza è che “nessuno potrà farcela da solo. Cerchiamo assieme le soluzioni dei problemi che non sono ancora state trovate e intraprendiamo nuove iniziative per attuarle. Prendiamoci cura di tutti, senza distinzioni, a cominciare dai più vulnerabili”. Nel manifesto della cura, invece, vengono richiamati 12 punti a partire da una consapevolezza: “La cura è la dimensione essenziale della vita umana perché senza cura l’esistenza non può fiorire”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa