This content is available in English

Chiesa di Inghilterra: arcidiocesi di York, vescovo Sentamu annuncia le dimissioni

(Londra) John Sentamu, responsabile dell’arcidiocesi di York, il secondo incarico, per importanza, nella gerarchia della Chiesa di stato inglese, ha annunciato le sue dimissioni. Lascerà l’incarico nel giugno 2020, qualche giorno prima di compiere settantun’anni. L’annuncio è arrivato con anticipo ma, secondo i media britannici, l’arcivescovo vuole assicurarsi che un suo successore sia nominato in tempo per la Lambeth conference dell’agosto 2020. Si tratta dell’appuntamento più importante della comunione anglicana che riunisce, ogni dieci anni, tutti i vescovi. Sentamu, il primo arcivescovo di colore della “Chiesa d’Inghilterra”, ha saputo usare in modo creativo l’incarico che ha svolto per tredici anni. Con prese di posizione decise che hanno fatto i titoli dei giornali e attirato, per la prima volta, l’attenzione di tutti gli inglesi sull’arcidiocesi di York. Coraggiosa la sua decisione, nel 2007, di tagliarsi il collare, in diretta, durante un programma della Bbc. “Me lo rimetto solo quando Robert Mugabe se ne va”, aveva detto. Famoso il suo pellegrinaggio a piedi, di due anni fa. Ha raggiunto ogni parrocchia dell’arcidiocesi, anche con la neve e il gelo, incontrando 25mila persone. Tra le sua eredità l’“Archbishop of York Youth Trust”, un premio distribuito tra 60mila giovani in 500 scuole per formare giovani leader per la comunità. Secondo voci insistenti è probabile che a succedergli sarà una donna, la prima arcivescovo in rosa della Chiesa di Inghilterra.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa