San Francesco: fra Tasca (OfmConv), “vivere la fraternità oggi sarebbe una bomba rivoluzionaria”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Dobbiamo dare a tutti gli italiani un grande sogno. La politica si sta impegnando nel fornire risposte ai problemi urgenti, ma verso cosa ci muoviamo? Oggi manca un grande sogno condiviso dal popolo”. Nel giorno in cui si celebra la festa di san Francesco d’Assisi patrono d’Italia, fra Marco Tasca, ministro generale dell’Ordine dei Frati minori conventuali, riflette con il Sir sulla situazione che il Paese sta vivendo. “Mi domando: come cristiani, quale contributo stiamo dando per sognare insieme qualcosa? Non mi sembra ci sia una corsa per stare insieme a immaginare il futuro. Piuttosto, ciascuno coltiva il suo bell’orto senza avvertire l’urgenza di un progetto comune in cui impegnarsi”. Per fra Tasca, “oggi siamo chiamati alla stessa impresa. Organizzare grandi eventi è certamente interessante, ma è con la vita quotidiana che dobbiamo trasmettere uno stile che ci identifichi. Le persone guardano ai fatti, a come si vive piuttosto che a quello che si dice. È fondamentale la testimonianza. Dobbiamo vivere in una certa maniera. Francesco ha messo al centro la fraternità: pensiamo oggi che conseguenze avrebbe questa idea. Sentirsi fratelli. Cambierebbe completamente la visione di chi ci sta vicino. E così la minorità, dire al prossimo ‘Tu sei più importante di me’. Viverlo oggi sarebbe una bomba rivoluzionaria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo