Libano: Avsi, un progetto per aiutare 142 bambini e ragazzi e le loro famiglie

Libano, campo sfollati. Professional Training (foto Avsi)

Un progetto per aiutare 142 bambini e ragazzi e le loro famiglie che vivono nel sud del Libano. A lanciarlo è l’Avsi – organizzazione non profit che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario in 31 Paesi del mondo – da oltre 20 anni presente in Libano, nazione dalla storia travagliata e che negli ultimi anni soffre particolarmente a causa della vicina crisi siriana: 1 milione di profughi siriani sono accolti in uno Stato di 4 milioni di abitanti. Fino ad oggi Avsi, grazie all’aiuto di molti, è stata in grado di accompagnare quasi 5000 bambini e giovani libanesi e siriani nel loro percorso di crescita. La convinzione di Avsi, si legge in una nota, è quella che “la risposta alla crisi mediorientale parta, ancora una volta, dall’educazione e dalla cura dei più giovani”. Il progetto riguarda la Piana di Marjayoun, nella parte meridionale del Libano, una delle zone più povere e vulnerabili del Paese. Da oltre 7 anni la situazione è ancora più complessa a causa della crisi siriana: oggi sul territorio libanese l’Unhcr stima ci sia circa 1 milione di rifugiati siriani registrati, molti dei quali vivono in campi profughi non riconosciuti Informal Tent Settlements (Its). Avsi sosterrà attività educative per bambini e adolescenti tra 3 e 22 anni e, allo stesso tempo, lavorerà sulle necessità economiche e sociali del contesto familiare raggiungendo così 570 persone. Delle 142 famiglie, il 48% è di fede cristiana, il 58,6% di fede musulmana e il 3,14% sono famiglie di drusi. Il 38,9% di loro ha origini siriane, il 60% libanesi e l’1,1% irachene. Le attività proposte in ambito culturale ed educativo sono: corsi di lingua inglese e francese per i bambini e i loro genitori, apprendimento nelle biblioteche e predisposizione di sala di lettura con libri in lingua. Verrà creato un team multidisciplinare formato da un ortofonista, un terapista della neuro/psicomotricità dell’età evolutiva e uno psicologo. Tra le attività sociali previsti corsi di fotografia per gli adolescenti, sport, formazione sull’igiene personale degli adolescenti e sul cambiamento fisico e psichico nella pubertà e un workshop rivolto ai genitori per affrontare il problema della violenza domestica. Per promuovere lavoro ed economia verranno proposti corsi di cucina e supporto per l’avvio di un’attività di vendita di prodotti alimentari e corsi di business skills training e capacity building legati al settore agricolo sempre per 142 mamme. Per info e donazioni: www.avsi.org

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo