This content is available in English

Giustizia: Consiglio d’Europa, la spesa media è di 64 euro per abitante all’anno

La Commissione del Consiglio d’Europa per l’efficacia della giustizia ha pubblicato oggi il Rapporto su “efficenza e qualità della giustizia” nei 45 Paesi del Consiglio. È la settima edizione di un rapporto che esce ogni due anni, ma questa volta, con i dati del 2016, è la più completa fino ad ora per temi e Paesi considerati. Oltre 300 pagine per analizzare i costi della giustizia, la qualità dei giudici e magistrati, il livello di parità di genere, organizzazione e performance dei sistemi giudiziari in Europa. I dati e le analisi a disposizione sono tantissimi. Tra gli elementi che mergono è il leggero aumento della spesa per la giustizia: gli Stati europei spendono in media 64 euro per abitante all’anno; alcuni Stati avevano dovuto tagliare i bilanci a causa della crisi del 2008, ma ora stanno gradualmente tornando ai livelli pre-crisi. Il capitolo di spesa più consistente dell’intero sistema giudiziario sono i tribunali (il 66% in media); nei Paesi dell’Europa orientale, la parte più consistente del bilancio giudiziario va ai pubblici ministeri (circa il 30%), mentre i Paesi dell’Europa settentrionale tendono a investire maggiormente nell’assistenza legale (oltre il 30% del bilancio del sistema giudiziario); solo in Austria le tasse e spese processuali superano i costi operativi dell’intero sistema. In Francia, Lussemburgo e Spagna invece si va in tribunale senza pagare tasse.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo