Diocesi: Albano, domenica a Castel Gandolfo un convegno per ricordare Pio XII a sessant’anni dalla morte

Ricorrono il 9 ottobre i sessant’anni dalla morte di Pio XII, avvenuta a Castel Gandolfo nel 1958. Per l’occasione, il Comitato Papa Pacelli promuove due appuntamenti commemorativi. Sabato 6 ottobre sarà celebrata una messa solenne all’altare alla Tomba di San Pietro, nelle Grotte vaticane. Domenica 7, alle 16,30, la cripta della chiesa di San Tommaso da Villanova a Castel Gandolfo ospiterà un convegno dedicato alla figura del venerabile Pio XII. Don Enzo Policari è parroco della parrocchia pontificia di San Tommaso da Villanova: “Il ricordo di Pio XII è molto sentito dalla gente di Castel Gandolfo, soprattutto per quanto fatto dal papa durante la seconda guerra mondiale per proteggerne gli abitanti – racconta al Sir –. La villa pontificia era zona extra-territoriale, pertanto non poteva essere bombardata. Cinquemila persone vennero ospitate nel palazzo e Pacelli mise a disposizione addirittura il suo letto per permettere alla puerpere di partorire nel palazzo apostolico. Dai documenti del comune risulta che 34 persone sono nate in quel letto. Altri momenti fondamentali della protezione del papa durante la guerra sono avvenuti qui. Il famoso messaggio del 24 agosto 1939 in cui disse ‘Nulla è perduto con la pace. Tutto può esserlo con la guerra’ è partito dalla radio di Castel Gandolfo”. Al convegno di domenica sono previsti interventi del direttore de L’Osservatore romano, Giovanni Maria Vian; di Giulio Alfano, studioso del movimento cattolico e docente alla Pontificia Università Lateranense; di mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano, che presiederà inoltre una messa in chiusura dell’evento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo