Cei: mons. Russo (segretario generale), “tra le priorità ricostruire le chiese danneggiate dal sisma”

(Foto: Siciliani-Gennari/SIR)

“Lo Spirito Santo mi manda all’interno delle Chiese italiane. Sono al loro servizio”. Lo dice mons. Stefano Russo, vescovo di Fabriano-Matelica e nuovo segretario generale della Cei, nell’intervista rilasciata al settimanale diocesano “L’Azione”. Dopo aver ringraziato Papa Francesco e il presidente della Cei, il card. Gualtiero Bassetti, il presule racconta di aver saputo della nomina “venerdì 28 settembre, alle 12”. “Non volevo credere a questa notizia – aggiunge –. Il pontefice mi ha scelto. Non posso che dire subito sì, consapevole dei miei limiti e che tutto va portato avanti con serietà, impegno e spirito di servizio”. Ricordando il “ruolo di raccordo tra uffici e servizi della Cei” proprio del segretario generale, mons. Russo ribadisce la sua volontà di “ascoltare le diocesi di tutta Italia e agire per e con i vescovi e arcivescovi che sono a capo delle chiese locali”. “In primo piano, tra le altre cose, la ricostruzione delle chiese danneggiate dal sisma del 2016 – afferma mons. Russo –. Già in questi mesi sono stato chiamato, più volte, a confrontarmi con lo Stato italiano per chiedere meno burocrazia per la ricostruzione degli edifici di culto. Il terremoto ha invaso il Centro Italia e compito primario è stare vicino alle persone e pensare alla ricostruzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo