Aggiornamenti sociali: padre Sorge su canonizzazione Paolo VI e Oscar Romero, “i primi martiri del Concilio”

Il prossimo 14 ottobre Papa Francesco proclamerà santi Papa Paolo VI e monsignor Oscar Romero, l’arcivescovo di San Salvador, difensore dei campesinos, ucciso sull’altare il 24 marzo 1980 dagli squadroni della morte (con loro verranno canonizzati anche due sacerdoti, due religiose e un laico). Nell’editoriale del numero di ottobre di “Aggiornamenti sociali”, il direttore emerito padre Bartolomeo Sorge mette in evidenzia le ragioni di questa scelta, facendo ricorso anche ai propri ricordi personali. La doppia, contemporanea canonizzazione, scrive padre Sorge, “riveste un significato eccezionale: in una certa misura, essa viene a confermare che lo stesso Concilio Vaticano II fu un evento straordinario di santità, una nuova Pentecoste, come disse Giovanni XXIII. Infatti, dopo la canonizzazione nel 2014 di Papa Roncalli, ispiratore, iniziatore e guida del Concilio nella prima fase, Papa Francesco proclama santo anche Papa Montini, che portò a compimento il Concilio”. Per Sorge “la canonizzazione contemporanea di Paolo VI e di mons. Romero sottolinea l’importanza della interpretazione sapienziale e profetica del Concilio Vaticano II, sulla quale entrambi hanno fondato il loro servizio ministeriale”. Per leggere l’editoriale: www.aggiornamentisociali.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo