Legittima difesa: Senato approva nuova legge, ora passa alla Camera

foto SIR/Marco Calvarese

Con 195 sì, 52 no e un’astensione, il Senato della Repubblica ha approvato la nuova legge sulla legittima difesa.
La nuova normativa, che ora deve essere approvata dalla Camera dei deputati, senza modificare il principio di proporzionalità tra difesa e offesa, prevede che, in caso di violazione di domicilio, la legittima difesa sussiste sempre per colui che respinge l’intrusione posta in essere con violenza o minaccia di uso di armi o di altri mezzi di coazione fisica. Prevista anche l’integrazione dell’eccesso colposo, escludendo la punibilità se chi ha commesso il fatto per la salvaguardia della propria o altrui incolumità ha agito in stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo in atto.
Inoltre, si prevede che la sospensione condizionale della pena è comunque subordinata al pagamento integrale dell’importo dovuto per il risarcimento del danno della persona offesa. Il testo approvato, composto di 9 articoli, prevede anche un aumento delle pene per reati legati alla violazione di domicilio e una corsia preferenziale per i processi per furti in abitazione.

Per una più dettagliata presentazione dell’articolato rimandiamo alla Nota breve del Servizio studi del Senato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia