Giornalismo: Premio “Natale Ucsi”, aperto fino al 2 novembre il bando dedicato a chi racconta “il bene”

Scade il prossimo 2 novembre il bando di concorso per il Premio “Natale Ucsi” promosso dall’Unione cattolica della stampa italiana – sezione di Verona e dedicato alla memoria del giornalista veronese Giuseppe Faccincani. Giunto alla 24ª edizione, il concorso è aperto a tutti i giornalisti e reporter della carta stampata e online, delle televisioni e delle radio, autori di articoli pubblicati o di servizi televisivi/radiofonici andati in onda dal 1° novembre 2017 al 31 ottobre 2018, che raccontino testimonianze, problemi, storie e fatti inerenti a valori della solidarietà, dell’integrazione sociale, della convivenza civile, della fratellanza, dell’attenzione verso il prossimo e della difesa dei diritti e della dignità umana.
“Il miglior antidoto contro le fake news sono le persone che, libere dalla bramosia e attratte dal bene, sono pronte all’ascolto e attraverso la fatica di un dialogo sincero lasciano emergere la verità”, sottolinea il presidente dell’Ucsi di Verona Stefano Filippi, facendo proprie le parole di Papa Francesco. Il Premio “Natale Ucsi”, nasce quindi per “farsi ‘attrarre dal bene’ e valorizzare le storie delle persone che lo costruiscono”.
La giuria del premio, presieduta da don Bruno Cescon, assegnerà tre riconoscimenti principali (uno per ogni categoria giornalistica in concorso), consistenti in una scultura in argento del maestro veronese Alberto Zucchetta e un assegno del valore di duemila euro. Il bando prevede anche due premi speciali: Targa Athesis del Gruppo Editoriale “Athesis”, per il miglior servizio (stampa/web, televisivo o radiofonico) sui temi del premio, realizzato da un giornalista o collaboratore under 30 alla data della scadenza del bando (non è richiesta iscrizione all’ordine professionale); “Il genio della donna” Banco BPM – Banca Popolare di Verona, assegnato al giornalista autore del servizio giornalistico più significativo (stampa/web, televisivo o radiofonico) che racconta storie al femminile in cui le donne diventano testimoni della difesa dei valori della convivenza civile. È previsto, inoltre, un riconoscimento speciale della giuria: il premio “Giornalisti e società: la professione giornalistica al servizio dell’uomo”, della Conferenza episcopale del Triveneto, che consiste in un assegno di duemila euro, attribuito a un giornalista o a una iniziativa editoriale impegnati nella valorizzazione e nel supporto del volontariato sociale a sostegno di situazioni di emarginazione e fragilità sociale.
Gli elaborati in concorso dovranno essere inviati entro e non oltre il 2 novembre. Bando e scheda di partecipazione sono scaricabili dai siti web www.premioucsi.it, www.ucsi.it, www.odg.it (sezione Premi giornalistici) e www.ordinegiornalisti.veneto.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia