Sinodo 2018: incontro tra la delegazione tedesca e i giovani del Paese partecipanti al pre-Sinodo

Si sono incontrati a Roma i giovani tedeschi che avevano partecipato all’incontro pre-sinodale del marzo 2018 e la delegazione dalla Germania che ora sta vivendo il Sinodo, per uno “scambio immediato e per iniziare a considerare quali concretizzazioni per la Germania” potranno essere avviate. Una sintesi di quanto emerso è stato diffuso oggi dall’ufficio stampa della Conferenza episcopale tedesca (Dbk). “La Chiesa non è presente se non ha una presenza digitale”; è necessario “promuovere il ruolo delle donne nella Chiesa e sviluppare un accompagnamento spirituale per i giovani”, sono alcune delle conclusioni a cui sono giunti i giovani e i vescovi, che insieme hanno discusso anche della “relazione tra catechesi e insegnamento della religione nelle scuole”, che è spesso “l’unico luogo in cui i giovani sono ancora in contatto con la fede cristiana oggi”. Il vescovo Felix Genn (Münster), responsabile per le vocazioni presso la Conferenza episcopale ha sollecitato un “vero cambiamento del nostro stile pastorale” a partire dal Sinodo, in cui l’“ascoltare è più che sentirci bene e l’ascolto non solo uno strumento pedagogico, ma una categoria teologica della Chiesa”, secondo il vescovo ausiliare di Osnabruück Johannes Wübbe. Dai giovani la proposta di un “sinodo sui giovani in Germania” in cui riflettere sugli impulsi del sinodo per i giovani tedeschi e la pastorale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa