This content is available in English

Sacerdote suicida in Francia: mons. Blaquart (Orléans), “sotto shock anche se sapevamo che stava attraversando un periodo difficile”

“Sabato 20 ottobre, il cadavere di padre Pierre-Yves Fumery è stato ritrovato nei locali del presbiterio di Gien. È risultato evidente che si sia ucciso. 38 anni, è stato il sacerdote responsabile delle parrocchie di Gien”. È una nota del vescovo d’Orléans, mons. Jacques Blaquart, ad aver annunciato alla diocesi l’accaduto. Padre Pierre-Yves era sacerdote dal 2014. “Siamo sotto shock anche se sapevamo che stava attraversando un periodo difficile”, scrive ancora il vescovo, pur senza dare ulteriori spiegazioni, ma citando una frase di San Paolo: “Quando un membro del corpo soffre, tutti i membri soffrono con lui”. Nel messaggio il vescovo scrive anche di “questi tempi difficili per la nostra Chiesa diocesana”, riferendosi al fatto che, secondo quanto scrive la Croix, il 30 ottobre compariranno in tribunale un sacerdote della diocesi accusato di aggressioni sessuali sui minori e il vescovo emerito, che non ha denunciato. Rivolgendo il proprio “pensiero” ai genitori, familiari, ai sacerdoti e ai fedeli delle parrocchie di Gien, il vescovo invita a pregare “anche gli uni per gli altri nella fiducia che Cristo è la nostra unica speranza”. Il 18 settembre scorso, un altro sacerdote di 38 anni, Jean-Baptiste Sebe, si era suicidato a Rouen.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa