Passionisti: p. Rungi, “i giovani hanno bisogno di essere incoraggiati nel cammino della fede e della vita”

“I giovani hanno bisogno di essere incoraggiati nel cammino della fede e della vita come a suo tempo agì san Paolo della Croce con l’essere vicino soprattutto ai giovani in difficoltà e guidando quei giovani già incamminati sulla via della vita consacrata, sacerdotale o matrimoniale a fare scelte radicali nel segno dell’amore Crocifisso che si fa dono e servizio per tutta la vita”. Lo ha affermato padre Antonio Rungi, Delegato arcivescovile per la vita consacrata dell’arcidiocesi di Gaeta, nel corso della celebrazione eucaristica con la quale, ieri a Itri, si sono conclusi festeggiamenti in onore di san Paolo della Croce, fondatore dei Passionisti. La messa è stata concelebrata dal parroco, don Guerino Piccione, e da diversi sacerdoti passionisti della comunità del santuario della Civita. La celebrazione eucaristica è stata preceduta dalla processione con la statua di san Paolo della Croce per le vie principali di Itri.
Per la festa di san Paolo della Croce di quest’anno, padre Antonio Rungi e padre Giuseppe Comparelli hanno predisposto la stampa di un’immaginetta raffigurante il quadro originale dell’artista Sebastiano Conca, conservato nel convento dei Passionisti di Itri e distribuita tra i fedeli, con i cenni storici sul santo e la relativa preghiera composta per la circostanza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa