Parlamento Ue: no a un dibattito sul caso-Riace. Domani dichiarazione di Tajani su Asia Bibi. Ricordo di Caruana Galizia

(Strasburgo) È attesa nella giornata di domani una dichiarazione del presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, a proposito di Asia Bibi, la giovane donna cattolica condannata a morte in Pakistan con l’accusa di aver offeso l’islam. Oggi, in apertura di sessione plenaria a Strasburgo, Tajani ha ricordato la “coraggiosa giornalista maltese” Daphne Caruana Galizia, uccisa un anno fa “per le sue inchieste”. Il presidente ha richiamato la necessità di difendere la libertà di stampa in Europa e ovunque nel mondo. Ha poi ricordato anche il caso del giornalista saudita Jamal Khashoggi, chiedendo sia fatta rapidamente giustizia. In apertura di sessione sono state inoltre citate in aula le parole del presidente della Rai, Marcello Foa, che giorni fa aveva sostenuto che “un enorme numero” di parlamentari europei sarebbe finanziata da Soros, inclusa “l’intera delegazione del Pd”. A Tajani, Nicola Danti ha chiesto di tutelare l’onorabilità dell’Euroassemblea. Infine la deputata portoghese Maria Joao Rodriguez (Socialisti e democratici) ha proposto di tenere un dibattito, senza risoluzione, sul caso-Riace, affermando che “è necessario indicare esempi positivi per accoglienza e integrazione dei rifugiati” e “il sindaco di Riace, sotto processo in Italia” sarebbe appunto tra gli esempi positivi. Contro la proposta sono intervenuti Mara Bizzotto (Lega) e Raffaele Fitto (Conservatori). L’aula ha bocciato infine la proposta e il dibattito non si svolgerà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa