Papa Francesco: ieri benedizione dell’immagine del “Cristo di Pachacamilla”, il Signore dei Miracoli peruviano. Processione di sei chilometri e messa in San Pietro

Grande festa, ieri, per i peruviani che risiedono in Italia, molti dei quali si sono recati in Vaticano. Papa Francesco ha benedetto la sacra immagine del Signore dei Miracoli, alla quale i peruviani sono particolarmente devoti, dopo la preghiera dell’Angelus, davanti a migliaia di fedeli. Subito dopo l’immagine del “Cristo de Pachacamilla”, portata a braccio dai membri della Fraternità del Signore dei Miracoli di Roma, ha fatto l’ingresso in processione nella basilica di San Pietro, dove è stata celebrata una santa messa presieduta da mons. Miguel Cabrejos, arcivescovo di Trujillo e presidente della Conferenza episcopale peruviana. La messa è stata concelebrata dagli altri due vescovi peruviani presenti in queste settimane al Sinodo, oltre a mons. Cabrejos: mons. Juan Carlos Vera, vescovo castrense, e mons. Ricardo García, vescovo della prelatura di Cañete e Yauyos. A loro si sono aggiunti altri vescovi latinoamericani e numerosi sacerdoti. “Questo è un giorno di grazia per il popolo peruviano – ha detto mons. Cabrejos -. Tutti siamo chiamati a scoprire il vero volto di Cristo per la nostra vita”. La giornata di devozione e festa, per numerosi peruviani, era però iniziata ancora alle 9.30 del mattino, quando la sacra immagine era uscita dalla basilica di San Giovanni in Laterano, giungendo in Vaticano dopo una processione di circa 6 chilometri. La devozione per il Cristo di Pachacamilla iniziò nel 1993, quando una fedele riunì un gruppo di persone attorno a un quadro del Signore dei Miracoli. Dal 2000 è giunta dal Perù un’immagine del “Cristo Moreno”, del peso di 1,5 tonnellate, usato più volte per le processioni dei fedeli peruviani.​

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa