This content is available in English

Paesi Bassi: calano ancora appartenenza e frequenza religiosa. Tra chi si dice cattolico, solo il 6% partecipa alla messa domenicale

Il 51% degli olandesi al di sopra dei 15 anni non appartiene ad alcuna Chiesa o religione in generale. Il dato, appena diffuso dall’Ufficio nazionale di statistica (Centraal Bureau voor de Statistiek) nel contesto di uno studio su “coesione sociale e benessere”, rappresenta un ulteriore declino dell’appartenenza religiosa degli olandesi: nel 2016 erano il 49% a dichiararsi non appartenenti, nel 2012 il 46%. La minoranza credente appartiene per il 24% alla Chiesa cattolica, per il 6% alla Chiesa riformata e altrettanti a quella protestante, il 6% ad altre denominazioni, all’Islam il 5%. Il 78% della popolazione olandese non ha mai partecipato o ha partecipato raramente a un servizio religioso, il 10% partecipa una volta alla settimana (per i cattolici la percentuale è del 6%), il 3% vi prende parte da 2 a 3 volte al mese e la stessa percentuale riguarda celebrazione/incontro religioso una volta al mese; il 7% meno di una volta al mese. I dati cambiano per fasce d’età e sono diversi per uomini e donne: tra gli olandesi over 75, il 71% ha dichiarato di essere religioso, il 34% di partecipare regolarmente a una celebrazione in un luogo di culto. I meno religiosi sono i giovani tra i 18 e i 25 anni: il 32% è in qualche modo legato a un gruppo religioso, e di questi il 13% lo frequenta regolarmente. Degli uomini è il 46% ad appartenere a un gruppo religioso, tra le donne il 52%.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa