Messico: spari contro l’abitazione del cardinale Rivera, ucciso un custode

Attacco armato ieri, a Città del Messico, alla casa del cardinale Norberto Rivera Carrera, arcivescovo emerito di Città del Messico. Durante l’attacco una persona della scorta del cardinale è stata ferita mortalmente. Il fatto è accaduto ieri, verso le 15 (ora messicana), nella residenza del card. Rivera, nella periferia della capitale (municipio di Álvaro Obregón). Secondo la stampa locale, due individui hanno suonato al campanello e, una volta aperta la porta, uno dei due, vestito da militare, ha subito sparato, colpendo il custode. I malviventi sono stati allontanati dagli altri componenti della scorta, che hanno iniziato a loro volta a sparare. La vittima, deceduta dopo il trasporto in ospedale, si chiamava José Javier Hernández Nava.
In un breve comunicato reso noto nella serata di ieri, firmato dalla portavoce dell’arcidiocesi, Marilú Esponda Sada, si comunica che l’arcivescovo di Città del Messico, il cardinale Carlos Aguiar Retes, e lo stesso cardinale Rivera esprimono la condanna e il cordoglio per l’uccisione del custode e manifestano solidarietà alla famiglia. Nella nota si comunica inoltre che la Procura generale di giustizia sta indagando sulle ragioni dell’accaduto.
Gli stessi concetti sono espressi via twitter dal cardinale Retes.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa