Giovani: gli italiani i più interessati in Europa alla religione sui social

In Europa, sono i giovani italiani i più interessati alla religione e alla fede sui social. A stilare la classifica è lo studio su “La fede dei giovani e i loro influencer sui social network”, condotta nel 2017 dal network di informazione cattolica Aleteia su circa 540 milioni di profili Facebook e Instagram di giovani con età compresa tra i 18 e i 25 anni. L’indagine, presentata oggi nella sede della Pontificia Università Gregoriana, racconta di un’Europa in cui la religione non è morta. Tra i 20 Paesi con la percentuale più alta di giovani che sui social condividono contenuti relativi alla fede, ben 5 sono europei: oltre all’Italia, vi figurano infatti la Polonia (11.25%), il Portogallo, la Lituania e Malta con il 10%.
Maglia nera invece per gli Stati Uniti che, pur figurando al quarto posto tra i 20 Paesi con il maggior numero di giovani interessati alla religione (900mila), escono dalla “top 20” quando si parla di percentuali. “È un Paese in cui si evidenziano delle contraddizioni. La percentuale è simile a quella della Gran Bretagna. La maggior parte dei giovani rivolge la propria attenzione all’intrattenimento e ai beni di consumo”, ha fatto notare Jesus Colina, direttore editoriale di Aleteia, presentando i dati dell’indagine all’Università Gregoriana.
Tra i Paesi con il maggior numero di giovani presenti sui social media, svetta l’India con 90 milioni, seguita dall’Indonesia con 40 milioni e da Brasile e Usa con 35 milioni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa