Disabilità: Unitalsi Locorotondo, la “Casa delle abilità speciali Giovanni Paolo II” partecipa a “Io leggo perché”

Domani, martedì 23 ottobre, anche “La Casa delle abilità speciali Giovanni Paolo II” dell’Unitalsi di Locorotondo (Ba) aderirà al progetto “Io leggo perché” in collaborazione con l’Ic “Marconi Oliva” di Locorotondo e L’Approdo Libreria. Alcuni studenti dell’Istituto comprensivo “Marconi Oliva”, infatti, si cimenteranno in un laboratorio letterario e musicale insieme agli ospiti della Casa che avrà come obiettivo sperimentare percorsi di integrazione e cittadinanza attiva. #ioleggoperché è la più grande iniziativa nazionale di promozione della lettura promossa dall’Associazione italiana editori in corso fino al 28 ottobre su tutto il territorio nazionale.
“La Casa delle abilità speciali Giovanni Paolo II II – dichiara il suo presidente, Ilario Smaltino – è il risultato del progetto ‘Alzatevi, Andiamo!’ del Gruppo Unitalsi di Locorotondo, portato avanti con il generoso supporto di tutti i soci aderenti e del personale socio educativo in servizio. È soprattutto il frutto del lavoro quotidiano di tante persone speciali che hanno espresso al meglio le proprie abilità per questo progetto e di una intera comunità che si è stretta intorno a questi ragazzi. Il Centro accoglie, ad oggi, circa 50 persone tra bambini, giovani e adulti diversamente abili provenienti da diverse città della Regione Puglia”.
“Il Centro sociale polivalente per persone diversamente abili e Centro diurno socio educativo e riabilitativo – aggiunge Smaltino – è una struttura aperta alla partecipazione anche non continuativa di persone con diverse abilità, bambini e adulti con difficoltà psicomotorie. È uno spazio familiare in cui la persona diversamente abile può ritrovare il proprio benessere fisico e psicologico, nell’ottica di contribuire al miglioramento della qualità della propria vita e anche della famiglia di origine”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa