Brexit: Conte (premier), “un accordo conviene all’Ue e al Regno Unito”. “Prepararsi anche alla prospettiva ‘no deal’, che non ci auguriamo”

Sulla Brexit “l’Italia ha una posizione che è in linea con quella degli altri Paesi dell’Ue. Anche se per buona parte l’accordo è stato raggiunto, di fatto non c’è stata ancora la possibilità di chiuderlo. Se non riusciamo a chiuderlo prossimamente diventa più difficile, anche se il termine è per il nuovo anno”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando la stampa estera. “Sicuramente un accordo conviene all’Unione europea e al Regno Unito”, ha osservato il premier, spiegando che come Italia “siamo per un accordo che garantisca le relazioni economiche adeguate tra i due Paesi, la folta e numerosa comunità italiana e i diritti acquisiti, soprattutto per la parte più vulnerabile di questa comunità. Siamo per un accordo che comprenda anche un’unione doganale e che rispetti una onorevole soluzione per quanto riguarda i confini con l’Irlanda, punto sul quale non c’è ancora una soluzione”. “Ci dobbiamo preparare anche alla prospettiva di un ‘ no deal’ – ha proseguito Conte – che non possiamo escludere. Non è la prospettiva che l’Italia raccomanda, però dobbiamo iniziare anche a valutare questa prospettiva che io non mi auguro come rappresentante del governo italiano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa