Sinodo 2018: Vieyra (uditrice Usa), “dare alle donne il diritto di votare”

foto SIR/Marco Calvarese

“Considerare la possibilità di dare alle donne presenti al Sinodo il diritto di votare”. A lanciare la proposta è stata Yadira Vieyra, uditrice al Sinodo, ricercatrice e assistente per le famiglie immigrate. “Anche le donne investono nella formazione dei membri della Chiesa”, ha fatto notare l’uditrice degli Usa rispondendo ad una domanda sul ruolo delle donne al Sinodo: “Purtroppo queste nostre sorelle religiose non possono votare”, ha lamentato a proposito della differenza tra i religiosi, che hanno diritto di voto, e le religiose, che non hanno questa facoltà al Sinodo dei vescovi. “È importante riconoscere il lavoro che le donne svolgono per i più poveri e i più vulnerabili”, ha affermato Yadira. Intanto, il Sinodo dei vescovi sui giovani è riunito da ieri pomeriggio nei Circoli minori, ha riferito il prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, Paolo Ruffini. Domani saranno lette in aula le relazioni dei 14 Circoli Minori sulla terza parte del documento, mentre la Commissione per la redazione del documento finale e la Commissione per la “lettera breve” diretta ai giovani stanno lavorando ai rispettivi testi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori