Diocesi: card. De Donatis (Vicario Roma), “stiamo vivendo la stagione della conversione missionaria”

“Come Chiesa di Roma stiamo vivendo la stagione della conversione missionaria della pastorale delle nostre comunità cristiane”. Lo ha detto il vicario del Papa per la diocesi di Roma, il card. Angelo De Donatis, che ha presieduto ieri sera nella basilica di San Giovanni in Laterano la veglia missionaria assegnando il mandato a 9 religiosi e ai 2 laici della diocesi che partiranno per la missione ad gentes nel corso dell’anno. Alla nudità del “fuggitivo” che interrompe la sequela di Cristo per la paura, il porporato ha contrapposto la grazia di Maria. “Quel giovane scappa nudo, cioè con le sue fragilità – ha spiegato il cardinale –. Come Adamo, non riesce a stare davanti a Dio per il fatto di avere ascoltato la voce del nemico e non la Parola”. “La condizione del peccato – ha aggiunto – ci lascia soli davanti a noi stessi, in una nudità che è vergognosa perché si è persa la relazione con il Padre, mentre di fronte a Lui dovremmo stare senza paura”. Invitando i presenti a interrogarsi sul proprio rapporto con Dio, il card. De Donatis ha quindi proposto come modello Maria, “nella quale ritroviamo, pensando all’Annunciazione, il modo giusto di collocarci davanti a Dio: non si nasconde, non scappa, non ha paura ma prova timore, cioè quel senso del mistero che è disponibilità a lasciarsi interrogare da Lui, riconoscendo il proprio limite e facendo l’esperienza di essere rivestita dello Spirito Santo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori