Papa Francesco: iniziata la messa per le sette canonizzazioni, presenti 12 delegazioni ufficiali

È iniziata in Piazza San Pietro, gremita di decine di migliaia di fedeli che già nelle prime ore della mattina si sono accalcati in prossimità dei vari varchi attorno al colonnato di Bernini, la Messa per le canonizzazioni di sette beati, i cui stendardi campeggiano sulla facciata della basilica. Oltre a Paolo VI e all’arcivescovo di San Salvador, mons. Oscar Arnulfo Romero, assassinato il 24 marzo del 1980 mentre celebrava la messa, saranno annoverati nell’albo dei santi, nella messa presieduta da Papa: Francesco Spinelli (1853- 1913), sacerdote diocesano, fondatore dell’Istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento; Vincenzo Romano (1751-1831), sacerdote diocesano; Maria Caterina Kasper (1820-1898), fondatrice dell’Istituto delle Povere Ancelle di Gesù Cristo; Nazaria Ignazia di Santa Teresa di Gesù (1889-1943), fondatrice della Congregazione delle Suore Misioneras Cruzadas de la Iglesia; Nunzio Sulprizio (1817-1836), laico. Sono presenti le delegazioni ufficiali di 12 Paesi: Italia, con il presidente Sergio Matterella; Spagna, con la regina Sofia; Cile, con il presidente Sebastián Piñera Echenique; El Salvador, con il presidente Salvador Sánchez Cerén; Panama, con il presidente Juan Carlos Varela Rodríguez; Honduras, con la vicepresidente Olga Alvarado; Taiwan, con il vicepresidente Chen Chien-jen; Uganda, con il vicepresidente Edward Kiwanuka; Camerun, con il primo ministro Philippe Mbarga Mboa; Francia, con il ministro degli Esteri, Jean-Yves Le Drian; Malta, con il ministro degli Esteri, Carmelo Abela, e Principato di Monaco, con il ministro dell’Interno, Patrice Cellario. Presenti anche il direttore generale della Fao, J José Graziano Da Silva. La processione verso il sagrato, chiusa dal Papa, è composta da cardinali, vescovi e sacerdoti, compresi i 267 padri sinodali. Concelebrano con il Santo Padre, tra gli altri, mons. Pierantonio Tremolada, vescovo di Brescia, mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano, monas. José luis Escobar Alas, arcivescovo di San Salvadore e il card. Gregorio Rosa Chavez, vescovo ausiliare di San Salvador; mons. Antonio Napolioni, vescovo di Cremona, mons. Dante Lafranconi, vescovo emerito di Cremona, il card. Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, il card. Carlos Osoro Sierra, arcivescovo di Madrid, mons. Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara, e mons. Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto. Ad elencare il nome dei beati e a ripercorrerne sinteticamente la biografia è il card. Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione per le cause dei santi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa