Ddl antiomofobia: Forum Famiglie Puglia, una campagna per “evidenziarne i numerosi limiti”

Il Forum delle associazioni familiari della Puglia ha avviato una nuova campagna mail e social contro il ddl antiomofobia, per “evidenziarne i numerosi limiti e aspetti di incostituzionalità, ma anche per dire che ‘io sono contro ogni forma di discriminazione’”. “Rivendichiamo con forza l’autonomia scolastica e la primaria responsabilità educativa dei genitori nei confronti dei propri figli, così come prevista dalla Costituzione, entrambe completamente ignorate nell’articolo 3, con cui si intendono istituire generici corsi di aggiornamento per gli insegnanti, gli alunni e le loro famiglie”. La considerazione del Forum è che “questo ddl si occupa di questioni che meritano profondo rispetto, delicatezza, competenza e onestà intellettuale e che richiedono attenzione, approfondimento, superamento di vecchi e nuovi stereotipi”. In particolare, viene citato quello per cui “la principale problematica della persona omosessuale sia l’omofobia, senza tener presente che, se pure presente nella società, non è esclusivamente da essa che dipende quel profondo disagio che non di rado si manifesta nella persona omosessuale”. “Ogni caso di discriminazione è apertamente da combattere e condannare – ne siamo convinti e lo ribadiamo -, ma evitiamo di farlo in maniera superficiale e ideologica”. La campagna, partita lunedì scorso, andrà avanti con l’invio delle mail al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, agli assessori e ai consiglieri di tutti gli schieramenti politici fino a martedì prossimo 16 ottobre, giorno in cui il ddl sarà in discussione in Consiglio regionale. “Con la nostra iniziativa e le nostre argomentazioni intendiamo sensibilizzarli e convincerli a revocare il ddl, o almeno a riscriverne le parti principali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa