Diocesi: Senigallia, domenica la Festa dei popoli

È stata presentata in curia, a Senigallia, la quarta edizione della “Festa dei popoli”, che si terrà in Piazza del Duca domenica 14 ottobre, dalle 16.30 alle 20. Promossa dalla diocesi di Senigallia e dalla Fondazione Migrantes con il patrocinio del comune, la Festa dei popoli è realizzata grazie alla partecipazione di tante associazioni e realtà senigalliesi di migranti e italiani.
“Il nome dice tutto – ha detto, durante la presentazione, il vescovo Franco Manenti –: è un momento di festa, di gioia, di serenità che esprime l’intenzione di darci l’un l’altro il credito della fiducia. Siamo dentro a una realtà fatta di persone provenienti da Paesi, religioni e culture diverse, che si ritrovano insieme per far conoscenza, festa e condividere questi sentimenti. Un’iniziativa da sostenere e sviluppare ulteriormente, invitando tutti a partecipare. Non ci si evolve emarginando, ma integrando, ricordiamocelo anche grazie a questa opportunità”.
Quello di domenica 14 ottobre, “Aggiungi un posto a tavola”, sarà un pomeriggio di testimonianze, canti, danze e voci dalle diverse comunità etniche dei cinque continenti che vivono, si incontrano e si relazionano nella città. Un’occasione di cibo condiviso, perché ogni comunità preparerà alcune prelibatezze etniche, di musica da ascoltare insieme, parole, testimonianze e poesia.
La Festa dei popoli sarà anticipata domani, venerdì 12 ottobre, alle ore 21, da un convegno a palazzetto Baviera su “Il migrante imprenditore”: verranno raccontate esperienze del territorio coordinate dal sociologo Eduardo Barberis. “Ci piace questo tema – dice don Paolo Gasperini -: troppo spesso viene diffusa l’idea che chi arriva porti via il lavoro agli italiani. Vogliamo presentare situazioni in cui invece il lavoro è stato creato dai migranti. Se si favorisce l’accoglienza, si mette in movimento energia e creatività che vanno a beneficio di tutta la comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa