Sinodo 2018: Ruffini (Dpc), “dall’inizio si sapeva che i vescovi cinesi avevano altri impegni”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“Dall’inizio si sapeva che i vescovi cinesi avevano altri impegni, anzi hanno prolungato la loro permanenza”. Così Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, ha risposto ad una domanda sui due vescovi presenti – per la prima volta – al Sinodo, in corso in Vaticano fino al 28 ottobre. “Non c’è nessuna sorpresa o cambio di programma”, ha spiegato Ruffini ai giornalisti durante il briefing di oggi in Sala Stampa vaticana, a proposito della presenza dei due vescovi cinesi, mons. Yang Xiaoting e mons. Guo Jincai: “L’invito è stato fatto a ridosso, non riescono a stare per tutto il tempo. Del resto stare fuori un mese dalla propria diocesi è un problema, per un vescovo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia