Legalità: Fondazione con il Sud, giornalisti stranieri e italiani incontrano esperienze significative a Lamezia Terme, nella Locride e nella piana di Gioia Tauro

Giovedì 11 e venerdì 12 ottobre corrispondenti della stampa estera e giornalisti italiani incontrano esperienze significative a Lamezia Terme, nella Locride e nella piana di Gioia Tauro. Il 13 ottobre ci sarà un incontro pubblico a Polistena (Rc) presso il Centro Padre Pino Puglisi, in un bene confiscato alla ‘ndrangheta, con un faccia a faccia di Giovanni Minoli con Nicola Gratteri, procuratore di Catanzaro.
L’evento, “Con il Sud, prima e dopo”, è promosso dalla Fondazione con il Sud in occasione del suo dodicesimo compleanno e intende mettere in risalto, soprattutto, l’impegno nel modificare il presente testimoniato dalle tante esperienze (oltre mille) sostenute in questi anni dalla Fondazione. “Un’occasione per scoprire o conoscere da vicino particolari esperienze, organizzazioni, donne e uomini, che in Calabria stanno segnando una svolta concreta nell’approccio allo sviluppo – si legge in una nota -. Un viaggio dedicato soprattutto a chi ha voglia di conoscere e raccontare un pezzo di Italia in cui si sperimentano davvero una società e un’economia solidali, fuori dal pensiero unico e dalla retorica. Un viaggio che parte da Lamezia Terme e giunge nella Piana di Gioia Tauro e nella Locride, per vedere, ascoltare e incontrare questi segni tangibili di una rivoluzione silenziosa e lenta di rinnovamento del Sud, che sfida il potere mafioso ma anche la rassegnazione e l’attendismo”. Una storia di un approccio nuovo alla “questione” meridionale, non episodico o eccezionale, che non è ancora raccontata nella sua interezza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia