Diocesi: mons. Cancian (Città di Castello), “ringraziamo il Signore perché nessuna persona è stata coinvolta nel crollo” di parte del rivestimento della cattedrale

Il vescovo di Città di Castello, mons. Domenico Cancian, appresa la notizia del crollo di una porzione del rivestimento della cattedrale avvenuto nella serata di sabato 29 settembre, per prima cosa ha voluto ringraziare il Signore perché nessuna persona (e nessuna cosa) è stata coinvolta in questo imprevedibile episodio. È quanto si legge in una nota diffusa nel pomeriggio di ieri dalla diocesi di Città di Castello.
Gli uffici preposti della diocesi, la parrocchia della Cattedrale, assieme alla Soprintendenza regionale ai Beni artistici – prosegue la nota -, si sono subito mobilitati con tutte le forze dell’ordine ed i Vigili del Fuoco per circoscrivere la zona interessata interdicendola alla circolazione pedonale e stradale. Di comune accordo – spiegano dalla diocesi – si è stabilito di valutare il danno, le motivazioni tecniche e di studiare subito i provvedimenti adeguati. Il vescovo Cancian ringrazia tutti coloro che si sono immediatamente adoperati per la pronta soluzione dell’emergenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori