This content is available in English

Vescovi Usa: iniziata la settimana nazionale delle migrazioni. Tema, “molti viaggi, una famiglia”

(da New York) “Molti viaggi, una famiglia” è il tema scelto dalla Conferenza episcopale statunitense per celebrare la settimana nazionale delle migrazioni che è iniziata il 7 gennaio e si concluderà il 13. Dal quasi 50 anni questo appuntamento offre l’opportunità di sensibilizzare le comunità cristiane sui contributi offerti dai migranti, dai rifugiati e dalle vittime della tratta alla nazione. La settimana inoltre invita le parrocchie, i gruppi e i movimenti ad incontrare immigrati e rifugiati per “condividere il viaggio con i nostri fratelli e sorelle ostretti a lasciare le loro case”, ha spiegato monsignor Joe Vásquez, presidente della Commissione per le migrazioni della Conferenza episcopale che ha suggerito tra l’altro di approfondire l’insegnamento biblico sull’accoglienza dei nuovi arrivati. Il presidente dei vescovi Usa, il cardinal Daniel DiNardo, nel messaggio inviato a tutte le diocesi ha chiesto di guardare con gratitudine al dono dei migranti e ha precisato che la settimana è anche un momento di riflessione “sulla nostra storia di Chiesa e di nazione migrante e, per questo, è importante guardare anche alle storie delle nostre famiglie che hanno tutte origini da immigrati”. Il cardinale ha continuato dicendo che “il volto del migrante può essere diverso e può cambiare nel tempo – europeo, asiatico, sudamericano o di altra provenienza – ma questi volti continuano a rivelare il desiderio di assicurare benedizioni al sogno americano”. DiNardo ha concluso richiamando le parole di papa Francesco nella giornata per la pace, evidenziando che i migranti e i rifugiati “non arrivano a mani vuote, ma portano il loro coraggio, le loro abilità, la loro energia, le loro aspirazioni e i tesori delle proprie culture; ed è in questo modo che arricchiscono la vita delle nazioni che li ricevono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia