Scuola: Anisa-Miur, al via la XIII edizione delle Olimpiadi del patrimonio

Fornire agli studenti un’opportunità per arricchire le loro conoscenze rispetto alla straordinaria ricchezza e varietà delle testimonianze storico-artistiche, monumentali e architettoniche, dall’archeologia all’arte contemporanea, disseminate sul territorio italiano; promuovere una formazione culturale in cui l’educazione al patrimonio e alla sua conservazione e tutela sia un elemento qualificante nella costruzione dell’identità civile delle giovani generazioni; affermare che la conoscenza del patrimonio culturale rappresenta un fattore di inclusione in una società multiculturale e ne favorisce la crescita nel rispetto consapevole. Sono alcuni degli obiettivi delle Olimpiadi del patrimonio 2018, quest’anno sul tema “Dalle collezioni al museo: storia, furti, recuperi, educazione alla legalità e all’inclusione”. A bandire il concorso, giunto alla XIII edizione, è l’Anisa (Associazione nazionale insegnanti di storia dell’arte). L’iniziativa, rivolta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, nell’ambito delle discipline letterarie, storiche, storico-artistiche o trasversalmente con altre discipline curriculari, è sostenuta dal Miur ed è stata inserita tra i punti qualificanti del protocollo d’intesa tra Anisa e Miur. Le scuole che intendono partecipare dovranno far pervenire la loro adesione entro e non oltre il 20 gennaio 2018. Dopo una selezione regionale, le squadre finaliste dovranno presentare alla giuria un elaborato, risultato/frutto di lavoro di ricerca e documentazione, individuale e/o di gruppo, che attesti un percorso attinente al tema prescelto. Finale e premiazioni tra fine aprile e primi di maggio. Info e bando sul sito web dell’Anisa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia