Diocesi: Lucera-Troia, indetto dal vescovo Giuliano il Sinodo diocesano su “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”

“Annuncio ed indico ufficialmente il Sinodo della Chiesa di Lucera-Troia, dallo stesso tema di quello dei vescovi del prossimo ottobre, e cioè ‘I giovani, la fede e il discernimento vocazionale’”. Con queste parole, pronunciate durante la celebrazione eucaristica dell’Epifania, il vescovo di Lucera-Troia, mons. Giuseppe Giuliano, ha comunicato l’indizione del Sinodo della Chiesa locale. “L’annuncio – si legge in una nota – arriva a poco meno di un anno di episcopato di mons. Giuliano nella più piccola diocesi di Capitanata, segno questo di una Chiesa viva e aperta al più ampio respiro universale”. Nella bolla d’indizione, il vescovo rileva che “la sollecitudine per i giovani è e deve essere una delle priorità pastorali della Chiesa di Lucera-Troia”. “Non solo i giovani che frequentano le nostre parrocchie – precisa – ma anche quelli che ‘guardano da lontano’ il mondo ecclesiale e che spesso, anche solo con lo sguardo, interpellano le comunità cristiane”. Mons. Giuliano si riferisce in modo particolare “a quelli che cercano invano di rendersi invisibili e a quelli che subiscono nel cuore le ferite e le difficoltà del tempo che ci è dato di vivere”. “Nessuno di loro – rileva – deve sentirsi rifiutato dall’interesse della Chiesa. Ciascuno deve sapere di essere considerato e desiderato”. “Vogliamo porci in ascolto dei giovani”, prosegue, “anche dei loro silenzi e imparare a comunicare secondo le loro modalità di parola, di monosillabi, di sigle, di sguardi, di emozioni”. “Verso gli universi giovanili – aggiunge il vescovo – occorre ritrovare e potenziare l’attenzione che ha caratterizzato la Chiesa lungo il corso dei secoli”. Nella bolla d’indizione, mons. Giuliano ha indicato anche la prima tappa del cammino sinodale che sarà vissuta dal 13 al 15 aprile prossimi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia