Notizie Sir del giorno: un “emoji” per la visita del Papa in Perù, card. Onaiyekan su situazione in Nigeria, i 110 anni de “La Difesa del Popolo”

Papa in Perù: un “emoji” su Twitter in occasione della visita

Aumenta l’attesa per l’imminente viaggio di Papa Francesco in Perù (che si terrà dal 18 al 21 gennaio e sarà preceduta dalla visita in Cile). Tenendo conto che sempre più le visite papali vengono seguite e commentate nei social network, e in particolare su Twitter, la Conferenza episcopale peruviana ha creato un cosiddetto “emoji” (una delle tanto popolari “faccine”) collegato agli hashtag #FranciscoenPerú e #UnidosporlaEsperanza (quest’ultimo è lo slogan della visita papale). (clicca qui)

Nigeria: card. Onaiyekan, “siamo tutti sotto attacco, governo non ci difende”. Appello per le sei religiose rapite

“Siamo tutti sotto attacco, cristiani, musulmani, gente di altre tribù. Tutti soffriamo a causa della scarsa sicurezza”. Così il card. John Olorunfemi Onaiyekan, arcivescovo di Abuja, commenta al Sir gli ultimi attacchi a moschee e chiese cristiane, molti dei quali rivendicati dal gruppo jihadista Boko Haram. (clicca qui)

Gerusalemme: p. Neuhaus su “La Civiltà Cattolica”, “la Santa Sede continua a lavorare per promuovere la sua visione come città di pace”

“La Santa Sede continua a lavorare instancabilmente per promuovere la sua visione di Gerusalemme come città di pace e luogo dove ebrei, musulmani e cristiani possano vivere insieme ed essere testimoni di un Dio che ama tutti, chiamati a fare di Gerusalemme un luogo dove si venera il nome di Dio”. Lo scrive il gesuita padre David Neuhaus in un articolo pubblicato sul numero de “La Civiltà Cattolica” in uscita sabato 6 gennaio, nel quale presenta qual è la posizione della Santa Sede su Gerusalemme e come si sia sviluppata nel corso degli ultimi cento anni. (clicca qui)

Germania: dal 7 all’11 gennaio visita del presidente Commissione Chiesa universale a Cuba

Se dopo la visita di Papa Francesco a Cuba nel 2015, c’è stata una “lieve distensione” nel rapporto tra la Chiesa e il governo del presidente Raúl Castro, “arresti di dissidenti politici sono all’ordine del giorno e il blocco economico degli Stati Uniti ha pesanti conseguenze sulla popolazione”. Per questo dal 7 all’11 gennaio il presidente della Commissione Chiesa universale della Conferenza episcopale tedesca, l’arcivescovo Ludwig Schick di Bamberg andrà a Cuba: sarà una “visita di solidarietà”, come la definisce il comunicato stampa dei vescovi tedeschi. (clicca qui)

Vocazioni: don Bettega (Cei), “chi si mette in ascolto è ancora merce rara”

Non solo tradizione cattolica ma spazio anche ad altre religioni. Al 41° convegno nazionale vocazionale in corso a Roma, una parte del dibattito è dedicata al confronto fra sei culti riguardo al tema dell’ascolto. Una rappresentante dell’islam, un rabbino, un monaco buddista, una monaca induista, un prete ortodosso e un pastore valdese sono stati invitati a descrivere come le rispettive religioni e tradizioni pongano le persone in ascolto delle proprie aspirazioni o obiettivi nella vita. “In particolare – spiega al Sir don Cristiano Bettega, direttore dell’Ufficio nazionale per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della Cei – vogliamo capire come ciascuno capisce e interpreta la tecnica dell’ascolto. (clicca qui)

Sacchetti biodegradabili per ortofrutta: Ministero della Salute, “si possono portare da casa solo se monouso e idonei ad alimenti”

Sull’obbligo di acquistare i sacchetti di plastica biodegradabile per frutta e verdura comprate nei supermercati, dopo le polemiche e una certa confusione da parte dei consumatori, arrivano le precisazioni del Governo. Il segretario generale del Ministero della Salute, Giuseppe Ruocco, ha infatti spiegato oggi che il Ministero stesso non è contrario “al fatto che il cittadino possa portare i sacchetti da casa, a patto che siano monouso e idonei per gli alimenti”. (clicca qui)

Giornali Fisc: Padova, la “Difesa del popolo” compie 110 anni. Il 27 gennaio verrà presentata la nuova “versione”

Era il 5 gennaio 1908 quando venne pubblicato il primo numero della “Difesa del popolo”, “periodico settimanale” di Padova voluto dal vescovo Luigi Pellizzo, che raccoglieva l’eredità di due testate: “Per il Popolo” e “La Difesa”. Da 110 anni il settimanale diocesano entra nelle case di migliaia di famiglie del territorio diocesano. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia