Notizie Sir del giorno: caso vescovo Osorno, Burke su Santa Sede-Cina, elezioni Venezuela, Rapporto Eurispes, giovani e politica

Papa Francesco: invia mons. Scicluna a Santiago del Cile per ascoltare pareri sul caso del vescovo di Osorno

Papa Francesco invia mons. Charles J. Scicluna a Santiago del Cile per “ascoltare coloro che hanno espresso la volontà di sottoporre elementi in loro possesso” rispetto al caso del vescovo mons. Juan de la Cruz Barros Madrid, vescovo di Osorno. Da tempo un gruppo di laici e religiosi di Osorno chiedono le sue dimissioni per essere stato a conoscenza di abusi nell’ambito dello “scandalo Karadima”. (clicca qui)

Santa Sede-Cina: Burke, “rammaricati per confusione e polemiche su Papa e suoi collaboratori”

“Il Papa è in costante contatto con i suoi collaboratori, in particolare della Segreteria di Stato, sulle questioni cinesi, e viene da loro informato in materia fedele e particolareggiata sulla situazione della Chiesa cattolica in Cina e sui passi del dialogo in corso tra la Santa Sede e la Repubblica Popolare Cinese”. “Desta sorpresa e rammarico, pertanto, che si affermi il contrario da parte di persone di Chiesa e si alimentino così confusione e polemiche”. Lo ha dichiarato oggi il portavoce della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke, in merito alle notizie diffuse circa una presunta difformità di pensiero e di azione tra Papa Francesco e i suoi collaboratori nella Curia romana in merito alle questioni cinesi. (clicca qui)

Venezuela: i vescovi sulle elezioni presidenziali, “uno sproposito etico e umano, un crimine che grida al cielo”

“È uno sproposito etico e umano, un vero crimine che grida al cielo, che in una situazione di penuria, fame, paralisi dei servizi, morte e collasso nazionale, si privilegi uno spettacolo di distrazione e alienazione, in condizioni diseguali, contro ogni senso di equità e servizio alla popolazione”: è l’ennesima denuncia della Conferenza episcopale venezuelana, che ha pubblicato una nota sulla convocazione delle elezioni presidenziali entro il primo quadrimestre del 2018, escludendo di fatto l’opposizione e con l’attuale presidente Nicolas Maduro come principale candidato. (clicca qui)

Rapporto Eurispes: riprendono i consumi, ma 4 famiglie su 10 sono ancora in affanno. Rimangono i pregiudizi sugli immigrati

Mentre si segnala una ripresa dei consumi, 4 famiglie su 10 sono ancora costrette a intaccare i risparmi per poter arrivare alla fine del mese o a ricorrere all’aiuto dei nonni pensionati (72,7%). È quanto si legge nel Rapporto Italia 2018 dell’Eurispes. Rispetto all’andamento dell’economia, diminuiscono i pessimisti (-17,6% in un anno) e aumentano gli ottimisti (+3,2%). L’indagine evidenzia che nonostante tutto la fiducia dei cittadini nei confronti delle istituzioni sta lentamente risalendo, ma si concentra su forze armate, volontariato e protezione civile. E poi la conferma che in Italia ci sono ancora pregiudizi sugli immigrati. (clicca qui)

Giovani: Istituto Toniolo, “il 40% lontano dalla politica”. L’appello dei giovani di Azione cattolica contro l’astensionismo

Il 40% dei giovani italiani è lontano dalla politica. Solo il 35% aderisce convintamente ad un partito o movimento in campo. Lo rivela, a poco più di un mese dalle elezioni del 4 marzo, uno studio in corso di pubblicazione nell’edizione 2018 del Rapporto giovani dell’Istituto Toniolo (che uscirà in aprile) nel quale sono stati analizzati in modo approfondito i dati di un’indagine sull’atteggiamento delle nuove generazioni verso la politica e sul loro orientamento al voto. Oltre il 40% degli intervistati boccia tutte le forze politiche italiane, evidenziando una disaffezione verso tutta l’offerta politica. (clicca qui)
E un appello contro l’astensionismo è stato lanciato oggi da giovani e studenti di Azione cattolica, rivolgendosi in modo particolare ai loro coetanei, molti dei quali saranno chiamati alle urne per la prima volta: “Se non ci interessiamo – scrivono – conteranno solo le scelte degli altri. Diamo il nostro contributo all’Italia che sogniamo, cominciando dalla scelta di andare a votare”. (clicca qui)

Lituania: pubblicità con simboli religiosi. La Corte di Strasburgo dà ragione all’azienda Sekmadienis Ltd

(Strasburgo) La Lituania ha violato il diritto alla libertà di espressione nei confronti della Sekmadienis Ltd e dovrà compensare il danno con una multa di 580 euro. È la sentenza della Camera della Corte europea dei diritti dell’uomo emessa oggi riguardo al caso dell’azienda di abbigliamento che ha condotto una campagna pubblicitaria con riferimenti a Gesù e a Maria, considerati dalla giustizia in Lituania come “offensivi della moralità pubblica”. Secondo la Corte europea invece “le pubblicità non erano offensive e non incitavano all’odio. Né le autorità nazionali hanno fornito sufficienti giustificazioni sul perché tale uso di simboli religiosi fosse contrario alla morale pubblica”. (clicca qui)

Fame nel mondo: dossier Caritas Italiana, “denutrizione di nuovo in aumento, cibo negato da iniquità e guerre”

La questione irrisolta del “diritto al cibo” è inscindibilmente legata al tema della violenza e a modelli economici basati sulla “cultura dello scarto” che producono iniquità planetaria. Dal Rapporto Onu 2017 emerge un dato allarmante: la denutrizione è di nuovo in aumento. Nel 2016 le persone in tale condizione sono state 815 milioni, 38 milioni in più dell’anno precedente. Di queste quasi il 23% si trovano nell’Africa sub-sahariana. Nel 2000 si registrarono 900 milioni di casi in tutto il mondo, poi un lieve calo fino al 2005 (dal 14,7% al 14,2%) e una decrescita significativa fino al 2010 con 11,5%. Il fenomeno ha continuato a diminuire, anche se in misura sempre più esigua, fino al 2015, quando le persone malnutrite furono 777 milioni (10,6%). Caritas Italiana pubblica oggi un dossier on line con dati e testimonianze per descrivere le contraddizioni che continuano a segnare il sistema economico globale e rilanciare quanto denunciato e proposto nella campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, promossa dalle Chiese di tutto il mondo nel 2015. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo