Elezioni: giovani di Azione cattolica, “il voto è strumento per essere protagonisti”

“Vorremmo dirci che il nostro voto conta. Il voto è strumento per essere protagonisti. Non è vero che tutti i partiti, i candidati e le proposte, sono uguali. Ognuno di noi può informarsi, conoscere le proposte dei vari schieramenti e contribuire con il voto a scrivere un pezzo del presente e del futuro d’Italia”. Lo scrivono i giovani e gli studenti di Azione cattolica nell’appello al voto rivolto in maniera particolare ai loro coetanei, molti dei quali si apprestano a recarsi alle urne per la prima volta in occasione delle elezioni politiche del prossimo 4 marzo. “Vorremmo dirci che possiamo contare gli uni sugli altri per aiutarci a maturare scelte consapevoli”. Quindi, l’impegno “nelle scuole e nelle università, nei luoghi di aggregazione delle città” a “favorire momenti di studio, approfondimento e anche dibattito, serio e preparato”. “Come giovani di Azione cattolica ci mettiamo a disposizione per questo: in tutta Italia vorremmo creare occasioni di dialogo, parlando a tutti e con tutti, senza sostenere alcuna delle parti politiche ma favorendo il confronto costruttivo”. Infine, l’invito a compiere una scelta. “Astenersi vuol dire subire passivamente la situazione intorno a noi. Scegliere di andare alle urne per votare è già un primo passo per il cambiamento, è già una scelta decisiva. Non guardiamo dalla finestra questo momento della storia d’Italia. Scegliamo di metterci in gioco”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo