Rifugiati: card. Bassetti, “liberare il popolo dalla paura del diverso”

“Avete fatto sacrifici immensi per raggiungere l’Europa e forse questi sacrifici sono dovuti in parte anche alle nostre paure. Paure che tengono lontano l’altro, che fanno diventare diffidenti, che generano scarti. Quante vittime delle nostre paure!”. Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, parlando oggi pomeriggio nella chiesa del Gesù con rifugiati e volontari del Centro Astalli di Roma, il centro dei gesuiti per i richiedenti asilo e rifugiati. “Voglio portarvi la solidarietà e l’affetto dei vescovi e della Chiesa italiana”, ha sottolineato il card. Bassetti, fortemente colpito da quattro testimonianze di rifugiati. “Aver ascoltato questi racconti è una esperienza profonda di umanità – ha affermato -. Perché dividere gli affetti è la cosa più difficile che possa capitare a una creatura”. Rispondendo poi alle domande dei giornalisti il card. Bassetti ha ribadito il concetto: “Io ho una missione: liberare il popolo dalla paura del diverso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia