Papa Francesco: a Santa Marta l’incontro con i famigliari delle vittime di Rigopiano. Mons. Valentinetti (Pescara-Penne), “tanta preghiera e commozione”

“È stato un incontro molto cordiale, molto intimo. Riempito di tanta preghiera e soprattutto di tanta commozione”. Così l’arcivescovo di Pescara-Penne, mons. Tommaso Valentinetti, sintetizza l’incontro che Papa Francesco ha avuto questa mattina a Santa Marta con i famigliari delle vittime della tragedia dell’Hotel Rigopiano, di cui si è celebrato lo scorso 18 gennaio il primo anniversario. “I parenti delle persone che sono morte a Rigopiano hanno voluto incontrare il Papa perché potesse esercitare con loro una paternità che tutti gli riconosciamo e che vogliamo sempre più eserciti nella Chiesa”. Questa mattina “il Papa ha esercitato una paternità con tanta sensibilità e umanità nei confronti di chi, nonostante sia passato un anno dalla morte dei propri cari, non ha ancora elaborato totalmente questo lutto”. “Il Papa era molto commosso”, rivela mons. Valentinetti, e “l’incontro ha suscitato molta commozione anche nelle persone, che lo hanno potuto salutare. Tutti hanno consegnato al Papa anche un ricordo, qualcosa di caro che era appartenuto alle persone defunte. Un segno di tanta familiarità e di tanta vicinanza”. “Il Papa ha accolto tutto con grande apertura di cuore e con una benedizione”, conclude l’arcivescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia