Libro bianco oncologia 2018: Anelli (rettore Univ. Cattolica), “fissare il bersaglio da colpire ma al centro della cura c’è sempre la persona”

“La dignità e il rispetto della persona sono messi duramente alla prova da malattie così profondamente spersonalizzanti che richiedono ‘uno stare accanto’ non improvvisato ma scientificamente organizzato e ben strutturato”. Lo ha detto Franco Anelli, rettore dell’Università Cattolica, concludendo presso la sede romana dell’Ateneo l’incontro odierno di presentazione del Libro bianco dell’oncologia del Gemelli 2018. “Il tema della dignità di fronte al male – ha osservato – riporta all’enigma sul senso del male, ma non basta curare la patologia se si dimentica che intorno alla malattia c’è una persona nella sua integralità”. “Occorre fissare sempre meglio il bersaglio da colpire – ha concluso richiamando il video appena proiettato in sala sulla radioterapia videoguidata – ricordando però che al centro della cura va sempre messo il paziente, la sua persona”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia