Editoria: in “Il nuovo mondo di Francesco” padre Spadaro spiega “Come il Vaticano sta cambiando la politica globale”

“Un atlante di idee per comprendere la politica internazionale del Vaticano”. È racchiuso in questa frase il contenuto de “Il nuovo mondo di Francesco. Come il Vaticano sta cambiando la politica globale”, il nuovo libro di padre Antonio Spadaro (Marsilio), direttore de “La Civiltà Cattolica”. Il volume, da oggi nelle librerie, ricostruisce le strategie attraverso cui Francesco e la sua “Chiesa in uscita” stanno mutando radicalmente il confronto sugli equilibri mondiali. Una ricostruzione a cui contribuiscono gli scritti di Luigi Accattoli, Giulio Albanese, Giorgio Bernardelli, Alberto Bobbio, Giancarlo Bosetti, Lucia Capuzzi, Giovanna Chirri, Fabio Colagrande, Riccardo Cristiano, Vania De Luca, Massimo Faggioli, Giacomo Galeazzi, Orazio La Rocca, Matteo Matzuzzi, José Luis Narvaja, Francesco Peloso, Enzo Romeo, Iacopo Scaramuzzi, Piero Schiavazzi, Francesco Sisci, Gianni Valente, Roberto Zuccolini. “Marxista” o “populista”, “profetico” o “rivoluzionario”: “sono tante – si legge in una nota – le definizioni che sono state date dell’operato di papa Bergoglio. Qualunque giudizio si esprima, è innegabile che la sua figura sia ormai quella di un leader in grado di esercitare un’enorme influenza sulla politica internazionale”. “In un viaggio attraverso il Mediterraneo e l’Europa, gli Stati Uniti, la Cina, la Russia, il vicino Oriente e l’Africa, si raccontano le sfide di un cambiamento e di una discontinuità reale, e si delinea la rivoluzione di un Papa che contrappone una civiltà dell’incontro all’inciviltà dello scontro, inaugurando una nuova stagione di politica e diplomazia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia