Legge: Milano, presentato in Tribunale il “Codice dei diritti degli indifesi”. Mons. Bazzari (Don Gnocchi), “tutela e solidarietà”

Mons. Angelo Bazzari

(Milano) “Una iniziativa che si inscrive nel filone della tutela e della solidarietà”: così si esprime mons. Angelo Bazzari, presidente onorario della Fondazione don Carlo Gnocchi, a proposito del volume “Codice dei diritti degli indifesi”, curato dall’Ordine degli avvocati di Milano, pubblicato da Giuffrè Editore, presentato oggi nella sede del Tribunale del capoluogo lombardo. Bazzari, con una lunghissima esperienza nel campo della cura, della tutela e della promozione delle persone disabili, emarginate e povere, mostra apprezzamento per questo volume che “apre, nel suo campo, a una maggiore sensibilità verso chi” si trova in situazione “di difficoltà”, e cita minori, portatori di handicap, donne o ragazze che subiscono violenza o stalking, “ultimi”. “Occorre offrire loro – prosegue il sacerdote – nuove possibilità e garanzie”. E cita alcune esperienze maturate sul campo con la Fondazione don Gnocchi, della quale è stato “anima” e “motore” per un lungo periodo.
Silvia Melloni riferisce di alcune iniziative che l’Ordine di Milano ha avviato per la prevenzione contro la violenza di genere (corsi nelle scuole, corsi professionalizzanti per gli stessi avvocati, sportello di orientamento legale), mentre AnnaRita Lissoni espone gli ambiti di azione di Telefono Azzurro e la collaborazione da tempo avviata con l’Ordine degli avvocati. Remo Danovi, presidente dell’Ordine degli avvocati di Milano, si sofferma infine sul tema della “cultura della legalità” (“il volume va in questa direzione”), asserendo la necessità di “aiutare l’Italia a essere un Paese con un maggior senso civico ed etica della responsabilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia