Diocesi: mons. Pizzi (amministratore apostolico) a vescovo eletto Forlì, “ti accogliamo con gioia e con grande fiducia e trepidazione”

“Eccellenza Reverendissima e Confratello carissimo, non ci conosciamo ancora, ma già ci unisce un grande evento. Con molto piacere ho appreso e comunicato ai presbiteri e ai laici della diocesi di Forlì-Bertinoro la tua elezione alla guida di questa Chiesa. Siamo grati al Signore che non abbandona il suo gregge e non lascia mancare il pastore alla sua Chiesa; siamo grati al Santo Padre Papa Francesco perché ti ha chiamato a far parte del Collegio dei vescovi, successori degli apostoli, e ad essere pastore della Chiesa di Forlì-Bertinoro”. Lo scrive mons. Lino Pizzi, da oggi amministratore apostolico di Forlì-Bertinoro, al vescovo eletto, mons. Livio Corazza, dopo l’annuncio dato oggi della sua nomina a guida della diocesi di Forlì-Bertinoro. L’annuncio è stato dato in contemporanea dalla Sala stampa vaticana, in cattedrale a Forlì da mons. Pizzi e nella diocesi di Concordia-Pordenone. “Ti accogliamo con gioia e con grande fiducia e trepidazione, mentre fin d’ora ti accompagniamo con la preghiera perché lo Spirito Santo ti illumini, ti guidi e ti sostenga nella nuova missione di pastore e maestro – prosegue mons. Pizzi -. Affidiamo il tuo ministero episcopale alla materna protezione della Beata Vergine Maria, nostra Patrona, qui venerata solennemente sotto il titolo di Madonna del Fuoco (4 febbraio) e Madonna del Lago (1° domenica di maggio)”.
Mons. Corazza è il 77° vescovo della diocesi di Forlì, 73° della diocesi di Bertinoro e dopo l’unificazione avvenuta nel 1986 quarto vescovo della diocesi di Forlì-Bertinoro dopo mons. Giovanni Proni, mons. Vincenzo Zarri e mons. Lino Pizzi. Restano ora da stabilire le date della consacrazione episcopale e dell’ingresso a Forlì del nuovo vescovo. Mons. Pizzi resterà in carica come amministratore della diocesi fino all’ingresso di mons. Corazza, poi ha già annunciato che tornerà a Modena, come collaboratore nella sua parrocchia d’origine a Rivara di San Felice sul Panaro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia