Settimana unità dei cristiani: a Ginevra nella sede del Consiglio mondiale delle Chiesa la croce di Lund

La “croce-dipinto” dell’artista salvadoregno Christian Chavarria Ayala, realizzata appositamente per la commemorazione cattolico-luterana del cinquecentenario della Riforma protestante, entra stabilmente nella cappella del Centro ecumenico di Ginevra (Svizzera), dove ha il suo quartier generale il Consiglio mondiale delle chiese (Wcc).

A darne notizia è l’agenzia stampa Nev. Con una celebrazione ecumenica svoltasi questa mattina in occasione dell’apertura della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani (18-25 gennaio), la “croce di Lund” ha fatto ingresso nella cappella. Presenti Martin Junge, segretario generale della Federazione luterana mondiale (Flm), Olav Fykse Tveit, segretario generale del Wcc, nonché il card. Kurt Koch, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani. Quest’ultimo ha tenuto la predicazione insieme alla pastora Kaisamari Hintikka, responsabile delle relazioni ecumeniche per la Flm.

La croce, dai colori vivaci e raffigurante Gesù intento a condividere pane e vino con persone provenienti da tutte le nazioni, può essere considerata l’immagine simbolo della commemorazione che a Lund il 31 ottobre 2016 dette avvio al cinquecentenario della Riforma protestante. A presiedere quella commemorazione furono – su invito dell’arcivescova della Chiesa di Svezia, Antje Jackélen – Martin Junge, Munib Younan, presidente della Flm, e Papa Francesco. L’evento si era concluso con la firma di una dichiarazione congiunta definita “pietra miliare nella storia delle relazioni tra cattolici e luterani e per tutto il movimento ecumenico”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia