Papa in Perù: oggi l’arrivo a Lima. Padre Gaspar (direttore organizzazione arcidiocesi), “aspettativa immensa e grande partecipazione popolare”

È tutto pronto a Lima per accogliere Papa Francesco, che atterrerà in Perù, proveniente dal Cile, oggi verso le 17.20 ore locale (23.20 ora italiana). “I preparativi sono ultimati – spiega al Sir, mentre è impegnato tra una riunione e l’altra, padre Luis Gaspar, direttore esecutivo della visita papale per l’arcidiocesi di Lima –. Qui c’è un’aspettativa immensa, sarà una festa della fede del popolo. Già molti pellegrini si sono messi in cammino anche da altre località del paese”.
Papa Francesco, dopo l’accoglienza in aeroporto, percorrerà la strada verso la nunziatura apostolica, in centro storico, passando anche per la lunga e larghissima avenida Brasil: “È la strada che viene usata per le sfilate durante le feste nazionali – continua padre Gaspar -. È molto ampia e si stima che potrà contenere mezzo milione di persone che scenderanno in strada per salutare il Santo Padre”. Il programma degli appuntamenti a Lima proseguirà venerdì pomeriggio, dopo la visita in terra amazzonica a Puerto Maldonado. Ci saranno l’incontro con le autorità, la visita di cortesia al presidente della Repubblica, Pedro Paolo Kuczynski, e un incontro privato con i membri della Compagnia di Gesù. Ma per Lima la grande festa sarà domenica (sabato il Papa sarà impegnato a Trujillo per tutta la giornata) e culminerà nella messa che sarà celebrata nella base di Las Palmas. “È uno spazio immenso – prosegue il direttore dell’organizzazione -, finora sono stati distribuiti un milione e 200mila biglietti, ma l’area è attrezzata per accogliere un milione e 800mila persone. E potremmo anche arrivare ad un numero così alto”. I sacerdoti concelebranti saranno 1.200. Sono state allestite 80 torri del suono e 32 megaschermi.

Quando lo contattiamo, padre Gaspar è reduce da un sopralluogo a Las Palmas cui hanno preso parte il presidente della Repubblica, il card. Luis Cipriani, arcivescovo di Lima, e il presidente della Conferenza episcopale peruviana, mons. Salvador Piñeiro. “Il presidente ha fatto molte domande sull’organizzazione e si è molto complimentato, confermando la sua presenza alla messa di domenica”. Il sacerdote sottolinea infine un altro dato: “I volontari, in gran parte giovani, sono 30mila, e sono l’anima della visita. Così li ha definiti il card. Cipriani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia