Giornata della memoria: don Rizzolo (Famiglia Cristiana), “non commettere gli stessi errori del passato”

“Bisogna ricordare attraverso le scritture e le testimonianze, non soltanto per fare opere memorialistiche, ma perché possiamo affrontare anche il mondo di oggi e la vita di ogni giorno con la speranza di non commettere gli stessi errori del passato”. Lo ha detto don Antonio Rizzolo, direttore di Famiglia Cristiana, durante la presentazione del libro “Siamo qui, siamo vivi – Il diario inedito di Alfredo Sarano e della famiglia scampati alla Shoah” (edizioni San Paolo), a cura di Roberto Mazzoli, organizzata stasera a Roma, in prossimità della Giornata della memoria. “È importante non dimenticare – ha aggiunto -. Le leggi razziali risalgono a 80 anni fa. Non è un periodo così lontano. Anche oggi c’è il rischio di vivere situazioni di odio come quello che si è diffuso in quel tempo”. Secondo don Rizzolo, intervenuto in rappresentanza dell’editore, “le pubblicazioni sono una traccia che rimane e a cui ciascuno di noi può attingere”. “I testi scritti, le memorie e le riflessioni sono un concreto supporto per la memoria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia