This content is available in English

Spagna: Barcellona, all’Università Sant Pacià tre giorni di convegno su “il Sessantotto 50 anni dopo”

“Che cos’è stato il 1968? Una lettura 50 anni dopo” è il tema che per tre giorni impegna i partecipanti al Congresso che si è aperto stamane a Barcellona presso l’Ateneo universitario Sant Pacià, che lo ha preparato in collaborazione con l’Università di Barcellona e il Pontificio Comitato delle scienze storiche. Il congresso è strutturato in tre blocchi: il primo dedicato all’analisi degli eventi storici, in luoghi particolari: Parigi, Francoforte-Berlino, Messico, Barcellona, Mosca. Il secondo momento guarda alle correnti ideali di questi movimenti di rivolta (marxismo, Freud e Nietzsche con i suoi epigoni, il femminismo), mentre il terzo si fermerà a descrivere gli esiti più significativi del movimento nella riflessione teologica, ecclesiale, politica, nell’educazione, nella produzione artistica e letteraria. Nomi prestigiosi di accademici sono raccolti in un programma che arriverà a conclusione il 19 gennaio, con gli interventi del rettore dell’Ateneo Sant Pacià, Armand Puig, il presidente del Pontificio Comitato di scienze storiche, padre Bernard Ardura, e l’arcivescovo di Barcellona, il card. Joan J. Omella. Il congresso è trasmesso in streaming (http://www.ub.edu/ubtv/video/que-va-ser-el-1968).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa