Austria: aumento battesimi di adulti nel 2017. Tre quarti sono conversioni dall’islam

Sono stati 750 i battesimi cattolici di adulti in Austria nel 2017. Ciò emerge dalle cifre offerte dall’Ufficio di coordinamento per il catecumenato e l’asilo della Conferenza episcopale austriaca. Di questi 750 nuovi cattolici, circa il 75% era musulmano. Il numero di battesimi per adulti è aumentato significativamente dopo l’afflusso dei rifugiati dal 2014/2015: erano 322 nel 2015 e 433 nel 2016. Secondo Ulrike Dostal, capo ufficio coordinamento, “il motivo principale per l’aumento è l’alto numero di candidati al battesimo giunti in Austria come rifugiati da Paesi musulmani, ma è elevato anche il numero di chi già ci viveva da tanti anni”. Naturalmente, secondo Dostal, l’aumento non continuerà in futuro nello stesso modo. La preparazione battesimale è molto impegnativa: gli adulti giungono alla Veglia pasquale e, di regola, ricevono i tre sacramenti dell’iniziazione: battesimo, cresima e prima comunione. Chiesa cattolica ed evangelica hanno contestato la pratica di “domande sulla integrità” poste ai richiedenti asilo dalle autorità per valutare la reale volontà battesimale e non un mezzo per ottenere facilitazioni: è stato detto che molti fedeli non avrebbero saputo rispondere, mentre le Chiese prendono le conversioni molto seriamente e con la preparazione intensa e le elevate riflessioni associate al battesimo scoraggiano quelle ritenute “di comodo”. “Non lo Stato, ma la Chiesa deve esaminare la serietà della volontà del catecumeno e di decidere sulla legittimità del battesimo”, ha sottolineato il consigliere parrocchiale protestante Karl Schiefermair.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa