This content is available in English

Ue: Bruxelles, prima riunione del gruppo di esperti sulle fake news. “Minacciano i valori democratici”

Bruxelles, 15 gennaio: Madeleine de Cock Buning, a sinistra, e Mariya Gabriel (foto SIR/Commissione Ue)

(Bruxelles) Si svolge oggi a Bruxelles la prima riunione del gruppo di esperti di alto livello sulle fake news. Presieduto da Madeleine de Cock Buning, esperta nel settore del diritto dei media e della comunicazione, composto da 40 membri espressione della varietà di interessi, aree geografiche e ambiti connessi al tema delle “notizie false” (reti sociali, media, società civile, giornalisti, membri del mondo accademico), il gruppo è chiamato a “definire innanzitutto che cosa rientri sotto questa definizione” per “identificare e fornire opzioni” per contrastare gli effetti negativi delle fake news. La commissaria per l’economia e le società digitali Mariya Gabriel e Madeleine de Cock Buning hanno brevemente presentato ai giornalisti stamane il lavoro che è stato avviato. Le “fake news si propagano oggi a un ritmo inquietante, minacciano la reputazione dei media e lo stato della democrazia, i valori democratici” ha dichiarato la commissaria; senza voler “costringere i cittadini a credere o meno all’informazione”, senza voler “limitare i diritti dei media e della comunicazione”, si tratta di lavorare per “favorire la trasparenza, la diversità e la credibilità delle fonti di informazione”. Il gruppo lavorerà per elaborare “opzioni per la Commissione ed elementi di riflessione su tutte le questioni legate alla diffusione delle false informazioni nei media tradizionali e sociali e sul modo per affrontarne le conseguenze politiche e sociali”. Nella primavera 2018 è prevista una comunicazione da parte della Commissione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia